Il filo rosso di Rachele è un braccialetto portafortuna che prende origine dalla tradizione cabalistica ebraica.

La Kabbalah è una via di interpretazione delle sacre scritture che, tradotta in italiano, significa ciò che è stato tramandato e si è diffusa a partire dal medioevo

Questo sottile cordoncino va girato attorno al polso sinistro per sette volte e, ad ogni giro, bisogna fare un nodo.

Si ritiene che questo braccialetto sia di buon auspicio portando felicità,fortuna e protezione dal temibile evil eye, per questo motivo la cosa migliore sarebbe quella di farsi legare il braccialetto da una persona che ci vuole bene.

Per evil eye, che si può tradurre come occhio cattivo, si intendono gli sguardi di invidia o altri sentimenti negativi da parte delle persone (non a caso esiste anche l’evil tongue, che in italiano potremmo tradurre come le malelingue); pertanto il braccialetto rosso funge da protezione contro le persone a noi avverse.

Il fatto che vada legato al polso sinistro dipende dalla credenza, nella cabala, secondo cui le avversità entrerebbero dalla parte sinistra del nostro corpo.

Questa usanza tramandata dalla cabala è già molto nota ai divi di Hollywood : nomi celebri quali ad esempio Madonna, Mick Jagger, Victoria Beckham e Gwyneth Paltrow lo hanno già indossato, Michael Jackson lo indossò per molti anni nelle sue uscite pubbliche.

Madonna in particolare è rimasta sedotta dalla cultura cabalistica facendo anche ingenti donazioni a delle scuole spiritualistiche.

Hollywood ha portato notorietà a questo braccialetto portafortuna ma lo ha anche cambiato nel suo significato originario rendendolo un prodotto della moderna cultura new age.