albero-della-vita

L'albero della vita è un simbolo conosciuto in molte culture e ciascuna di esse lo chiama con nomi diversi e gli attribuisce dei significati mistici/magici. In ogni caso l'albero della vita ha un ruolo simile in tutte le culture in cui è presente, è considerato infatti come la sorgente della vita.

La figura dell'albero della vita è composta da più elementi: abbiamo le radici, il tronco, le foglie e i frutti. Ciascuno di questi elementi rappresenta un aspetto della vita. Come vediamo dalla sua rappresentazione le radici dell'albero scavano in profondità, il tronco sembra decisamente solido, i rami sono numerosi e piuttosto lunghi, le foglie abbondanti così come i frutti. Come regalo l'albero della vita simboleggia dunque l'augurio (e il portafortuna) di una vita costruita su solide basi (tronco e radici) e che sia piena ed intensa (rami, foglie e frutti). E' dunque un simbolo molto potente che riguarda tutti gli aspetti della vita a 360 gradi.

 Gli attributi dell'albero della vita

I simboli dell'albero della vita - Aria, Acqua, Terra, Fuoco

I poteri dell'albero della vita - Cura, Guarigione, Ringiovanimento, Immortalità, Sostentamento

 L'albero della vita e i 4 elementi

L'albero della vita è strettamente collegato ai 4 elementi. Fuoco, aria, terra e acqua si combinano tutti insieme per dare a quest'albero il suo potere. Il nutrimento all'albero arriva dalla terra, tramite le sue radici e dal sole (che rappresenta il fuoco) tramite le foglie. Grazie all'acqua l'albero della vita può assorbire l'essenza vitale della vita e trasferirla ai suoi frutti che possono donare la vita eterna a coloro i quali riusciranno a trovare quest'albero. L'aria permette all'albero di rimanere in contatto con la natura circostante.

 L'albero della vita nella Bibbia

Secondo quanto è scritto nella bibbia nel giardino dell'Eden vi erano due alberi molto potenti. Uno era l'albero della vita e l'altro era l'albero della conoscenza del bene e del male. Dio disse ad Adamo che era libero di mangiare i frutti di tutte le piante nel giardino dell'eden, ad eccezione dei frutti dell'albero della conoscenza, in questo modo egli avrebbe conservato la sua immortalità. Adamo e la sua compagna Eva non rispettarono l'ordine e mangiarono un frutto dell'albero della conoscenza. In seguito a questo peccato originale Dio cacciò Adamo ed Eva dall'Eden e mise un angelo con una spada infuocata a guardia dell'albero della vita. In realtà questo fu un atto di compassione da parte di Dio poichè mangiando un frutto dell'albero della conoscenza Adamo ed Eva avevano annullato la loro innocenza e spensieratezza venendo a conoscenza del dolore e della fatica, per cui decise di porre un limite alla durata della loro vita (e a quella di tutti i loro discendenti) per evitare che essi potessero vivere per sempre con questa consapevolezza.

 L'albero dell vita nella mitologia Egizia

Nella mitologia Egizia la prima coppia dell'umanità fu quella tra Isis e Osiris. Entrambi sono emersi dall'albero di acacia di Iusaaset, che gli egiziani ritenevano essere l'albero della vita. Gli egiziani consideravano l'albero della vita un albero nel quale vita e morte sono rinchiusi insieme.

 L'albero cinese dell'immortalità

Nella mitologia cinese, una storia taoista narra di un albero di pesche magico che produce una pesca ogni trecento anni. Quello che riesce a mangiare questo frutto diventa immortale. Alla base di quest'albero di pesche c'è un dragone, mentre nei rami più alti risiede una fenice.